Anno Accademico 2018-2019

Vol. 63, n° 1, Gennaio - Marzo 2019

Seduta inaugurale: Discorso del Presidente nella Seduta Inaugurale del 304° Anno Accademico

06 novembre 2018

copertina Atti primo trim 2019 per sito.jpg

Versione PDF dell'articolo: Download

Discorso del Presidente nella Seduta Inaugurale del 304° Anno Accademico

L. Gasbarrone

Accademici, Soci, Signore e Signori,

inauguriamo questa sera il 304° Anno Accademico della Accademia Lancisiana.

            Desidero innanzi tutto salutare:

  1.  Dott. ANGELO TANESE, Direttore Generale ASL Roma 1
  2. Dott. ANTONIO MAGI, Presidente dell'Ordine Provinciale di Roma dei Medici e Chirurghi e degli Odontoiatri
  3. Dott. PIER LUIGI BARTOLETTI, Vice Presidente OMCeO di Roma, in rappresentanza del Dott. FILIPPO ANELLI, Presidente FNOMCeO (Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri)
  4. Dott.ssa FLORA PARISI, Direttore Biblioteca Medica Statale, Roma

(dott.ssa Cristina MATRANGA, Direttore Amministrativo della ASL Roma 1).

 

Hanno inviato messaggi di adesione a questa cerimonia:

  1.  S.E. il Cardinale Peter KA TURKSON, Prefetto del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale presso la Santa Sede
  2. On. VIRGINIA RAGGI, Sindaco di Roma
  3. On. DANIELE LEODORI, Presidente Consiglio Regionale Regione Lazio
  4. On ALESSIO D’AMATO, Assessore alla Sanità e Integrazione Socio-Sanitaria Regione Lazio
  5. Dott. RENATO ALBERTO MARIO BOTTI, Direttore della Direzione Regionale Salute e integrazione Socio-Sanitaria
  6. On ALBERTO BONISOLI, Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo
  7. Dott.ssa PAOLA PASSARELLI, Direttore Generale, Direzione Generale Biblioteche e Istituti Culturali, Ministero per i Beni e le Attività Culturali
  8. Dott. NICOLA MACRÌ, Dirigente  Servizio I Biblioteche e Istituti Culturali, Direzione Generale Biblioteche e Istituti Culturali, Ministero per i Beni e le Attività Culturali
  9. Dott.ssa SIMONETTA BUTTÒ, Direttore Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane e per le Informazioni Bibliografiche, Ministero per i Beni e le Attività Culturali
  10. On MARCO BUSSETTI, Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
  11. Prof. EUGENIO GAUDIO, Rettore “Sapienza” Università di Roma
  12. Prof. GIUSEPPE NOVELLI, Rettore Università degli Studi di  Roma “Tor Vergata”
  13. Dott. VINCENZO PANELLA, Direttore Generale Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico Umberto I
  14. Dott. ANTONIO D’URSO, Direttore Generale Azienda Ospedaliera Universitaria, Sassari
  15. Dott. MARCELLO FOA, Presidente RAI

 

Come di consueto Vi riassumerò brevemente l’attività della Accademia dello scorso anno 2017-2018.

Il nostro calendario è iniziato con la Seduta Inaugurale del 7 novembre, nella quale ho tenuto la Prolusione sul tema “Il culto della morte nei secoli: ieri, oggi e forse domani”.

Come ogni anno si è poi tenuta la Seduta Commemorativa dedicata a Soci e Accademici scomparsi nel precedente Anno Accademico; si sono poi svolte 14 Sedute Scientifiche (6 Simposi, 8 Conferenze), 1 Comunicazione e 3 Corsi accreditati ECM sui temi “Universo Fegato”, “Cuore e Polmone 2018”, “Dissezioni aortiche”. Tra le Sedute in calendario è stata inserita una giornata di incontro con la Società scientifica “Società Italiana di Medicina Interna” presieduta dal prof. Francesco Perticone.

In occasione della Celebrazione della “Settimana per la Cultura”, promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, l'Accademia ha dedicato una giornata ai Beni Culturali nel corso della quale sono state tenute 2 Conferenze, tenute dai nostri Accademici prof. Fabio Liguori e prof. Roberto Russo, e si è svolta l’Assegnazione del “Premio Giovanni Maria Lancisi”. Questo premio, istituito dalla Accademia nello scorso Anno Accademico 2016-2017, premia le migliori tesi di laurea dei giovani medici neolaureati che abbiano partecipato al bando e consiste nella consegna di un diploma, nella iscrizione gratuita per tre anni alla Accademia, nella pubblicazione di un sunto della tesi di laurea sugli Atti della Accademia Lancisiana e nella possibilità di esporre qui in aula una relazione sui contenuti della tesi. In occasione quindi della Celebrazione della “Settimana per la Cultura”, gli Autori delle 4 Tesi di Laurea risultate vincitrici hanno svolto qui le loro relazione per esporre i contenuti delle tesi.

 In appendice alla X Seduta scientifica abbiamo ospitato l'Assegnazione del Premio “Cataldo Cassano” da parte della Fondazione “Nuove Proposte Culturali”, premio quest’anno attribuito al prof. Francesco Violi, Direttore del Dipartimento di Medicina Interna e Specialità Mediche dell’Università “Sapienza” di Roma.

Il 31 maggio l'Accademia è stata sede della inaugurazione della sesta Edizione del Simposio Internazionale italo-francese di chirurgia “Updates on oncological abdominal surgery”, patrocinato dalla Accademia e organizzato dal nostro Segretario e Accademico dott. Giuseppe Maria Ettorre, Direttore del P.O.I.T. (Polo Interaziendale Trapianti) e della U.O.C. Chirurgia Generale e Trapianti d'Organo della Azienda Ospedaliera San Camillo-Forlanini di Roma.

Anche il calendario dell'Anno che stiamo inaugurando è ricco di appuntamenti: prevede infatti, oltre alla odierna Seduta Inaugurale, la Seduta Commemorativa, 15 Sedute Scientifiche, 4 Corsi ECM sui temi “Il mondo sorretto da Atlante. L’importanza delle discipline non chirurgiche nel trapianto di fegato”, “Novità in tema di malattia venosa cronica (MVC) degli arti inferiori”, “Cuore Polmone 2019”, “Infezioni ospedaliere: un problema emergente” ed inoltre la giornata della Celebrazione della Settimana per la Cultura in cui, oltre al tradizionale ciclo di conferenze, verranno presentate e premiate le Tesi di Laurea vincitrici del “Premio Giovanni Maria Lancisi” istituito anche per l’Anno Accademico 2017-2018.

Abbiamo continuato la nostra attività editoriale. Vi ricordo che nell'ottica di una riduzione delle spese a partire dall'Anno Accademico 2015-2016 la rivista “Atti della Accademia Lancisiana” è passata da periodico a stampa a periodico telematico ed è pubblicata esclusivamente online all'indirizzo www.attidellaaccademialancisiana.it, a cui si può accedere direttamente o attraverso il link sul sito della Accademia. Cura la rivista il Direttore Responsabile prof. Franco Salvati, nostro Accademico. Conserviamo nella nostra Biblioteca una copia cartacea, mentre dal Sito è possibile scaricare sia i fascicoli per intero che i singoli articoli. Il Sito viene costantemente aggiornato e vengono eseguiti interventi tecnici per incrementarne le funzionalità. Sono stati pubblicati i 3 numeri dell'annata 2017-2018 ed è in corso di pubblicazione il numero 4.

Come Vi ho già anticipato, anche per l’Anno Accademico 2017-2018, fedele allo scopo del suo fondatore e alle finalità istituzionali di incentivazione della ricerca scientifica, di diffusione della conoscenza delle attività svolte nelle istituzioni sanitarie, di promozione della discussione sugli argomenti sanitari e alla formazione dei giovani medici, l’Accademia ha istituito il “Premio Giovanni Maria Lancisi”, rivolto a cinque neolaureati delle Facoltà di Medicina e Chirurgia delle Università romane. Agli Autori delle Tesi selezionate verrà conferito, come avvenuto l’anno scorso, un premio costituito da un attestato della Accademia, l’iscrizione gratuita per tre anni, la pubblicazione on line delle Tesi oggetto del premio e la possibilità di esporle in aula in una seduta dedicata.

È stata confermata l’iscrizione della Accademia nella tabella triennale delle Istituzioni Culturali ammesse al contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali per il triennio 2018-2020, come per il triennio precedente 2015-2017, in cui era stata riammessa al contributo dopo l’esclusione per gli anni 2012-2014. L'importo del contributo assegnato nel presente triennio purtroppo è inferiore a quello del triennio scorso in cui era stato inizialmente decurtato del 50% e poi incrementato del 70% grazie ad un maggiore stanziamento sul capitolo di spesa del Ministero. Purtroppo non sembra che l’attuale momento storico, con l’alibi della “mancanza di risorse”, sia favorevole ad incentivare la cultura e la scienza, con il risultato che l’Italia si pone oggi al quart’ultimo posto nella graduatoria della spesa per la cultura relativa ai 14 paesi europei, come se la cultura e la scienza fossero un optional e si chiudessero deliberatamente gli occhi sulla necessità di formazione in questi ambiti.

Come sapete dal 2012 l'Accademia ha acquisito il riconoscimento della “personalità giuridica” dalla Prefettura, per cui può beneficiare di donazioni detraibili dai redditi. Dal 2014 l’Accademia è stata iscritta nell’Elenco dei beneficiari del 5‰ e nel primo anno finanziario ci sono stati erogati, grazie a queste donazioni, € 5.639. Negli anni 2015 e 2016 l’Agenzia delle Entrate, avendo successivamente alla domanda esaminato l’istanza di iscrizione, non l’ha accolta, comunicando i motivi ostativi nella asserita assenza di alcuni requisiti di legge, di cui l’Accademia risultava comunque in possesso, anche se non formalmente espressi nello Statuto. Il Consiglio Direttivo ha quindi ritenuto di dover apportare delle modifiche allo Statuto, che in effetti risaliva all’anno 1992, in modo che i requisiti per l’ammissione nell’elenco dei beneficiari risultassero formalmente evidenti, ma anche per rendere lo Statuto rispondente alle attuali normative, in continua evoluzione.

Il 13 febbraio 2018 l’Assemblea degli Accademici ha deliberato con atto pubblico le modifiche dello Statuto, che è stato adeguato alla normativa degli Enti del Terzo Settore, requisito necessario per l’iscrizione permanente nell’Elenco dei beneficiari del 5‰. Sono state anche apportate alcune modifiche non sostanziali alle disposizioni che regolano i requisiti per l’associazione alla Accademia e per la distribuzione del numero degli Accademici, al fine di rendere la composizione sociale più adeguata alla evoluzione delle discipline e delle specializzazioni professionali mediche: in particolare abbiamo aperto la possibilità di iscrizione ai titolari di laurea magistrale nelle discipline sanitarie. Altre modifiche riguardano alcuni aspetti organizzativi, come ad esempio la modalità di convocazione delle Assemblee che potrà avvenire attraverso posta elettronica e non più solo tramite posta ordinaria.

A settembre scorso l’iter approvativo del nuovo Statuto si è concluso con l’iscrizione nel registro delle persone giuridiche della Prefettura e con il recepimento da parte del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.

È in corso l’adeguamento agli adempimenti previsti dalla normativa europea in materia di protezione dei dati, GDPR 679/2016.

A giugno 2018 si sono svolte le elezioni per il rinnovo del Consiglio Direttivo per il quadriennio 2018-2022. Sono stati eletti, oltre al Presidente, il Vice Presidente Prof. Giovanni Minardi, e i Consiglieri Proff. Augusto Arullani, Pier Luigi Antignani, Raoul Borioni, Andrea Onetti Muda, Pietro Ortensi, Giuseppe Visco.

Dal 2017 è in corso una revisione e aggiornamento dell’Atto di Convenzione che regola i rapporti con la ASL Roma 1. La Convenzione attualmente in vigore è datata; abbiamo elaborato ormai da tempo una bozza che dovrà essere discussa con la Direzione Generale della ASL Roma 1.

Nel corso dell’ultimo Anno Accademico sono stati nominati 4 nuovi Accademici, che hanno fattivamente contribuito alla attività della Accademia:

Giovanni Minisola, Primario Emerito di Reumatologia della Az. Osp. San Camillo Forlanini e Presidente Emerito della Società Italiana di Reumatologia, Membro di numerose Società Scientifiche e Docente presso la Scuola di Specializzazione in Reumatologia della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università “Sapienza” di Roma;

Corrado Mollica, che è stato Dirigente della U.O.C. Pneumologia della Az. Osp. San Camillo-Forlanini di Roma e Docente presso la Scuola di Specializzazione in Malattie dell'Apparato Respiratorio dell’Università “Sapienza” di Roma;

Andrea Onetti Muda, Direttore del Dipartimento dei Laboratori e Diagnostica di Immunologia dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, già Magnifico Rettore della Università Campus Bio-Medico di Roma, entrato a far parte del Consiglio Direttivo;

Lucio Pastena, Ufficiale di complemento della Marina Militare e Ricercatore presso il C.N.R., Docente di Neurologia dell’Università “Sapienza” di Roma.

Inoltre è stato nominato Accademico Emerito il prof. Angelo Acconcia, Libero Docente di Urologia e Clinica chirurgica, che per molti anni è stato attivo organizzatore di Eventi in Accademia.

Come sapete, ormai da anni al fine di attuare una riduzione delle spese stampiamo in sede inviti delle sedute e calendari dell'anno accademico e abbiamo quasi completamente sostituto l'uso della posta ordinaria con quello della posta elettronica.

Tutto questo sempre grazie alla attività dell'Ufficio di Segreteria, ovvero alla dott.ssa Valentina Carelli, che ringrazio per il lavoro che svolge, e come sempre alla costante collaborazione della sig.ra Chiara Abruzzini, nostra memoria storica, a cui va il mio particolare e affettuoso ringraziamento, e alla collaborazione e sostegno del Consiglio Direttivo.

Nonostante le difficoltà degli ultimi anni speriamo di poter continuare la nostra attività, sempre in memoria e in applicazione di quello che Giovanni Maria Lancisi voleva fosse il compito di questa Accademia, la formazione alla cultura medica, la diffusione delle conoscenze e la promozione della discussione sugli argomenti trattati.

Passiamo ora alla parte più importante di questa seduta inaugurale, alla Prolusione, che quest’anno abbiamo affidato all’Accademico prof. Francesco Belli, già Dirigente Medico di Microbiologia e Virologia della Az. Osp. San Camillo-Forlanini di Roma, Docente di Immunologia del Corso di Laurea in Biotecnologie dell’Università “Sapienza” di Roma. Il tema, per quanto cominci dal passato, sarà anche una proiezione nel futuro: “100 anni di epidemie influenzali, dalla Spagnola ad oggi; … e domani?”

Ringrazio tutti Voi per essere intervenuti questa sera e Vi aspetto puntualmente alle prossime sedute in calendario.